• Trova
  • Trova
  • Trova

Notizie dal mondo Animale

“Nel dibattito odierno in aula – dichiara il Consigliere Regionale di Sinistra Ecologia e Libertà – era all’ordine del giorno una mozione, firmata oltre che da...
Uno o più arcieri sconosciuti stanno uccidendo i cani con le frecce nella parte sud di Managua, lo comunica la Fundacion Amarte, un'organizzazione non governativa dedicata...
I corvi sono notoriamente creature intelligenti - tanto che l'intelligenza degli uccelli è riconosciuta nell'antica tradizione delle favole. Nella storia di "Il Corvo e la...

View all news

Inseparabile
Dec 18, 2013 Portali Generici

Per conoscere e amare tutti gli animali domestici, siano essi cani, gatti, uccelli, rettili o...

Allevamento pastori tedeschi
Dec 22, 2013 Allevamenti

Il fine unico è raggiunto: realizzare il sogno di selezionare ed allevare il Pastore Tedesco. Il...

Blog sull'addestramento e l'educazione del cane
Dec 23, 2013 Addestramenti

Blog pieno zeppo di articoli utili (argomentio salute, cura, educazione, problemi comportamentali...

Centro cinofilo Hollydays
Dec 23, 2013 Addestramenti

Associazione cinofila che si dedica alla preparazione di binomi per esami di brevetti sportivi in...

Inseparabile Shop
Dec 24, 2013 Negozi Online

Il sito si e commerce dove si potrà trovare tutto quello che vi serve per coccolare, nutrire, e...

MyBirmansAllevamenti Felini
Nature Top 100Portali Generici
SGOMBERIMONZAPortali Generici
cuccioli labrador neriAllevamenti

“La biodiversità in Europa? Si salva importando ippopotami ed elefanti”

Pubblicato su Mar 4, 2014

Sarebbero queste le conclusioni tratte da un team di ricercatori danesi


Importare in Europa elefanti e bisonti per difendere la biodiversità: una ricetta ”originale” che permetterebbe di ricostruire gli antichissimi paesaggi europei, contraddistinti da isole ricche di varietà biologiche, come le foreste popolate da elefanti e rinoceronti e le rive del Reno e del Tamigi popolate da ippopotami. Secondo lo studio realizzato da un gruppo di ricercatori danese dell’Università di Aarhus e pubblicato sulla rivista dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti gli “architetti” degli ecosistemi preistorici furono i grandi mammiferi, eliminati rapidamente dall’avvento dell’uomo moderno. 
 
Raccogliendo e analizzando i risultati di decenni di studi relativi al ritrovamento di coleotteri fossili, in particolare gli scarabei stercorari, i ricercatori danesi hanno realizzato una mappa delle foreste e della fauna che caratterizzavano il paesaggio dell’Europa tra 130 e 5 mila anni fa. Ne emerge che in epoca preistorica il continente era ricco di grandi foreste e popolato da una moltitudine di grandi animali erbivori, come elefanti e ippopotami. L’arrivo dell’uomo, attraverso la caccia e lo sfruttamento dei terreni per scopi agricoli, portò rapidi cambiamenti e l’estinzione di questa mega-fauna. «Un modo per creare - ha spiegato Rasmus Ejrnaes, uno dei responsabili dello studio - un maggior numero di ecosistemi auto-organizzati e con un alto livello di biodiversità sarebbe quello di creare spazi per i grandi erbivori nel paesaggio europeo, con la possibilità di reintrodurre animali come i bovini selvatici, bisonti e persino elefanti. Manterrebbero una vegetazione variegata nelle regioni temperate e garantirebbero le basi per un alto livello di biodiversità». 

 

Fonte: lazampa.it

Inserisci Commento

Caratteri rimanenti:

captchaInserisci le lettere che vedi nell'immagine.
non capisci cosa c'è scritto? Clicca sull'immagine per averne un'altra

Rating


Voti: 0.00 / 10 (0 Vote cast)

Chi siamo

Siamo un gruppo di ragazzi spinti dalle stesse passioni che hanno deciso di utilizzare il web per rendere la vita più facile a chi come loro ama gli animali, fornendogli uno strumento indispensabile per effettuare le loro ricerche su animali e natura

Cosa facciamo

Il motore di ricerca tematico Qualazampa.it nasce nel lontano 2003 per aiutare chi cerca informazioni su animali e natura a non perdersi nel marasma del web, effettuando le sue ricerche all'interno di un unico database.

Pubblicità

Su qualazampa.it ci sono molti modi di pubblicizzare la propria attvità e cioè: l'inserimento gratuito del proprio sito, l'inserimento con un piccolo contributo tra i siti sponsorizzati che da la precedenza nelle ricerche o una vera e propria campagna banner mirata.

Contattaci

Per qualsiasi dubbio o necessità.

  • contattaci tramite mail
  • info(chiocciola)qualazampa.it

Top